Simonetta Viola

Cosa sono le biobanche?Tempo di lettura: 1 minuti

Cosa sono le biobanche? Intervista a Marta Tomasi

Ho intervistato Marta Tomasi per approfondire un argomento ancora poco trattato: le biobanche. La Dottoressa Tomasi è assegnista di ricerca di diritto pubblico presso la Facoltà di Economia della Libera Università di Bolzano; il suo percorso ha toccato alcune tra le più grandi istituzioni accademiche, dallo European Center for Law Science and New Technologies dell’Università degli Studi di Pavia all‘Hastings College of the Law di San Francisco fino al King’s College di Londra. Nell’ambito del Progetto BioDiritto, oltre allo svolgimento di attività di ricerca, collabora alla gestione del sito di informazione giuridica www.biodiritto.org ed è Associate Editor di BioLaw Journal – Rivista di BioDiritto (liberamente accessibile online).

Marta Tomasi sulle biobanche

“Esistono in realtà molti tipi di biobanche, anche legate all’identificazione personale (si pensi ai casi delle biobanche utilizzate per le indagini nei processi penali, al fine di individuare i colpevoli di un certo crimine)”

Biobanche

Etica e Privacy

Sicurezza

Cosa sono?

È difficile dare un definizione unitaria delle biobanche. In generale, comunque, le biobanche per finalità di diagnosi e ricerca sono delle infrastrutture o unità di servizio, senza scopo di lucro, che si occupano della raccolta di materiali biologici e di dati ad essi associati.

Cosa sono le biobanche? 3

“Si pensi oggi, nel contesto determinato dalla pandemia in corso, quanto possa essere fondamentale per i ricercatori la possibilità di avere accesso semplice e relativamente immediato a materiali e dati importantissimi per comprendere il funzionamento della malattia.”

Perchè sono così importanti?

Risponde Marta Tomasi

Per leggere l'intero articolo visita il sito di Eco Internazionale

intervista rilasciata presso la testata giornalistica eco internazionale